La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

giovedì 25 giugno 2009

Diamante, S.O.S. randagi. Sfratto per Qua la zampa


A Diamante, da sempre, i cani randagi trovano un rifugio sicuro presso l’associazione di volontariato Qua la zampa.
A breve, però, rischiano di finire nuovamente in strada. Il comune, infatti, nel febbraio scorso, ha ordinato la demolizione delle strutture che ospitano gli animali e lo sgombero dell’area nel parco Corvino assegnata nel 2006 al sodalizio.
Qua la zampa da oltre un triennio, grazie al sostegno di privati cittadini, è riuscita a corrispondere il canone annuo di 330 euro all’ente, a nutrire ed accudire gli animali, a cederne in adozione alcuni e a sterilizzare le femmine per arginare il fenomeno del randagismo.
Nonostante i sacrifici dell’associazione, adesso, questa piccola oasi pare destinata a sparire. Il presidente Angelo Vanni nei mesi scorsi ha più volte lanciato appelli all’amministrazione affinché provvedesse a trovare una nuova sistemazione per i suo cuccioli.
Vanni ha proposto di utilizzare, sempre nell’area del parco, l’ex mattatoio, abbandonato ormai da anni. Una soluzione che, tra l’altro, eviterebbe agli animali il trauma legato ad un trasferimento in un habitat completamente diverso.

Dal Mondo di Gaetano

2 commenti:

patrizia moggio ha detto...

siamo appena tornati da diamante, splendida localita' balneare ma ostile ai nostri amici a 4 zampe al punto da vietarne la circolazione sull'"elegante" lungomare.abbiamo avuto occasione di conoscere il signor angelo vanni, una persona sensibile , attenta ,ma soprattutto impegnata attivamente nel dare una " zampa " a quelli che ne necessitano.-non entriamo nel merito della decisione di sfrattare i cani da qeella proprietà, ma invtiamo il signor sindaco qualora fosse proprio necessario a dare loro una diversa e dignitosa collocozione.

valeria ha detto...

Il mio nome è Valeria De Sieno e trascorrò le mie Vacanze a Diamante da circa 33 anni, conosco molto bene il rifuggio e quando posso cerco di far visitare ai meravigliosi amici a 4 zampe, che con quegli occhioni ti chiedono coccole ed aiuto.Tuttavia credo che in molti potremmo fare di più per questi dolci cagnolini che in fondo chiedono solo AMORE. Chiedo al Sindaco di non dimentricare questo luogo e di dare una mano cercando di creare condizioni dignitose, per questi animali che sono stati meno fortunati di altri essendo stati spesso ABBANDONATI.