La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

martedì 30 giugno 2009

Lo squalo 2... Continua il mistero.. A Diamante!



Non è un titolo di un film. Quello che segue è l'articolo di Mariella Perrone apparso oggi sul Quotidiano della Calabria.Il mistero continua!!!

Sta incuriosendo e non poco, un video caricato sul popolare sito web “you tube” che sarebbe stato girato tra Diamante e Cirella e riprodurrebbe l’avvistamento di uno squalo di indubbia specie, nelle acque antistanti alla costa. Nel video, girato con un telefonino su di una barca nella quale sembra si trovino almeno tre o quattro persone andate a pesca, si vede dapprima una pinna dorsale a pelo dell’acqua e poi, nell’avvicinarsi all’imbarcazione, si vede distintamente la sagoma di uno squalo della lunghezza di due metri circa. La didascalia del video spiega che lo squalo sarebbe stato avvistato pochi giorni fa. Dalle immagini, per altro non propriamente nitidissime, non è facile vedere se effettivamente si tratti della costa tra Diamante e Cirella, anche perché non si vede l’isola. Gli improvvisati reporter, stando all’audio del video, dapprima mostrano un po’ di timore per l’avvistamento dello squalo, poi sembrano tranquillizzarsi vedendo che l’animale si limita a girare intorno alla loro imbarcazione. Sono indecisi se toccarlo o stuzzicarlo un po’ ma uno di loro, un po’ più pauroso, dice, in dialetto, “Meglio non toccare il cane che morde” destando l’ilarità dei novelli “Piero Angela”, che nei loro commenti, azzardano anche ipotesi sulla specie: squalo bianco, squalo tigre o verdesca. Quest’ultima sarebbe l’ipotesi più probabile, visto che la verdesca è uno squalo molto presente nel Mare Mediterraneo, anche se oggi è a rischio di estinzione come quasi tutte le specie di squali. La verdesca è uno squalo che tende a essere curioso, ma raramente attacca l’uomo e nella classifica delle specie di squali “pericolosi” è tra gli ultimi posti. L’avvistamento di uno squalo nella costa tirrenica non sarebbe comunque una novità visto che, seppur raramente, ogni tanto questi esemplari fanno una capatina nella zona. Una curiosa avventura anche se c’è chi pensa che possa trattarsi dello scherzo di qualche buontempone virtuale.

Fonte ed autore:

Mariella Perrone
Il Quotidiano, 30 giugno 2009

Intanto il video è sparito...però, se sei curioso...pattino, maschere e pinne, e buon avvistamento! E per chi si è fatto prender dal panico, io tirerei un sospiro di sollievo per l'assenza del fenomeno meduse, che almeno per ora non ha colpito il nostro mare, a differenza della costa ionica e siciliana...quindi poca paura e buona estate a Diamante!!!