La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

domenica 31 gennaio 2010

Morire di infarto, da noi si può.




Ritorno sull'argomento, poichè leggevo della nascita del comitato ''Salviamo il cuore nel Tirreno cosentino'' che si batte per la riapertura della sala di Emodinamica della casa di cura Tricarico a Belvedere.''Un servizio - precisa il coordinatore del comitato Abonante - gia' attivo nella Casa di cura Tricarico di Belvedere e sospeso da tre anni. Ci sono gia' attrezzature all'avanguardia di nuova generazione con personale altamente specializzato. E in quattro anni sono stati effettuati migliaia di interventi sul cuore. In tutto il Tirreno cosentino e anche nella Casa di cura Tricarico sono sempre attivi i reparti di cardiologia ma nessuno ha il servizio di emodinamica che, al momento, e' la risposta piu' adeguata per salvare la vita agli infartuati''.

Comitati nascono e sindaci scrivono, Sale pronte ammuffiscono, amministratori si incontrano, nuove Cardiochirurgie si ipotizzano e si promettono...
Ma intanto nulla si muove. E gli interessi privato al solito vengono prima degli interessi del cittadino.
Anzi, in vista delle elezioni regionali questo nulla può esser fabbrica di voti. Ci sarebbe da incazzarsi sul serio, ma cosi non è.

Esistono poi realtà come il Sudan, forse il paese più povero del mondo.
Emergency ha costruito un ospedale in 2 anni, con 3 sale operatorie per la cardiochirurgia, una sala di Emodinamica,l' energia proviene dai pannelli solari, un ospedale ultramoderno ed ultratecnologico insomma. E lavorando li per 3 mesi ho visto come sia possibile fare 4 interventi cardiochirurgici al giorno cambiando valvole o riparando cuori malformati dalla nascita, oltre all 'angioplastica ed al posizionamento degli stent nelle coronarie.

Riflessioni.
1)Avere un infarto vuol dire che un'arteria che porta sangue al cuore si chiude, e c'e' la necessità di riaprirla nel più breve tempo possibile (90 minuti sarebbe l'optimum) per salvare il muscolo cardiaco. Se il più breve tempo possibile vuol dire arrivare a Catanzaro, il danno è già bello e fatto, sempre se a Catanzaro ci arrivi. Quindi morire di infarto, da noi si può.
2)Il terzo mondo è già qui e non ce ne accorgiamo.
3)Visto che ci sei ed hai letto queste righe, pensa che puoi supportare Emergency ed il Centro Salam di cardiochirurgia di Karthoum (dai almeno una speranza al fratello sudanese).
4)Africa,come mi manchi

Nessun commento: