La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

venerdì 10 settembre 2010

Una petizione per Nicola Tanno, studente a Barcellona.

Nicola Tanno è uno studente molisano andato a Barcellona per motivi di studio.In occasione dell'ultimo campionato mondiale di calcio si è recato in piazza per festeggiare, insieme agli spagnoli, la vittoria nella competizione.

Lo ha fatto chiedendo su Fb ai suoi amici, se fossero interessati a vedere le immagini della festa sul suo blog "Diario catalano".

Io fui uno dei tanti che lo incoraggio ad andare, riprendere le immagini e... caricarle sul blog. Nessuno dei tanti che lo incoraggiarono avrebbero mai immaginato che la festa, per Nicola, si sarebbe trasformata in tragedia.

Sapemmo la notizia dal suo profilo Fb e per il tramite della sorella che avvisò tutti gli amici.

Da quel giorno alla costernazione si è aggiunto, man mano che passavano i giorni, il desiderio di conoscere e pretendere verità e giustizia verso un comportamento inqualificabile della polizia autonoma catalana a cui certamente non fa difetto il ripetersi di fatti simili.

La famiglia si è attivata, trasferendosi a Barcellona, per arrivare alla verità, ha interpellato il ministro degli esteri, ha cercato di far conoscere l'episodio, insiste per trovare verità.

Nicola è sempre stato generoso nella sua militanza sociale, fin da quando, giovane studente, frequentava l'unione degli studenti di Campobasso. Quello che ha fatto ieri per gli altri, va fatto oggi per lui.

Lanciamo una petizione rivolta al ministro degli esteri on. Franco Frattini affinché intensifichi la sua azione di stimolo verso il governo catalano per conoscere l'intera verità sull'accaduto.

In una bella intervista Nicola non chiede vendetta, chiede di sapere perché ciò è potuto accadere, di conoscere i responsabili, chiede una assunzione di responsabilità perché quello che è accaduto a lui non accada più a nessuno in seguito.

Raccogliamo le firme e facciamo conoscere il caso di un giovane che, come tanti altri in questo momento difficile per il loro futuro, lasciano i paesi del nostro Sud per cercare una vita migliore.

Rino Ziccardi


Segui il link su FB e firma anche tu.
Grazie.




Nessun commento: