La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

venerdì 4 febbraio 2011

Obiettivo centrato... Umiltà, impegno, dibattito, partecipazione, rinnovamento

Quando uscimmo pubblicamente con le famose “10 domande all’amministrazione sul porto” molti provarono subito a dipingerci come il classico “fuoco di paglia”, l’iniziativa isolata da non prendere in considerazione ed a cui non concedere risposta in ossequio alla vecchia tecnica andreottiana del “muro di gomma”. Crediamo di poter dichiarare oggi – dopo quasi un anno di duro e costante lavoro al servizio della nostra gente e della nostra città – che chi ha provato a ridimensionarci aveva torto. Abbiamo centrato il primo dei nostri obiettivi, siamo riusciti ad innescare a Diamante un dibattito da troppo tempo sopito,un dibattito ampio e vivace che coinvolge cittadini e forze politiche, associazioni e commercianti, forze di minoranza e settori della maggioranza consiliare, operatori economici ed uffici comunali, amministratori del territorio ed intellettuali di spessore come il grande Massimo Veltri. La nostra analisi sul turismo,presentata il 30 Ottobre ed effettuata incrociando per la prima volta parametri qualitativi e parametri quantitativi, la videoconferenza da Londra di Pierpaolo Pellicori e Francesco Milano, la partecipazione a quel dibattito di tanti cittadini e rappresentanti delle istituzioni(c’erano i consiglieri di minoranza Pascale e Cavalcanti, c’era il ViceSindaco Sollazzo, c’erano gli Assessori Maulicino e Benvenuto a confrontarsi costruttivamente con noi) sono stati un crocevia fondamentale. Il dibattito sul turismo del 28 Dicembre scorso, la vivace ma assolutamente leale “discussione” tra generazioni innescata dall’intervento di Francesco Benvenuto, la disponibilità e la passione con cui Biagio Praino è venuto da Tortora per collaborare con noi e dimostrare che è venuto il tempo di varare una vera e condivisa politica di territorio sul turismo, la nostra comunicazione ufficiale sul turismo sportivo e gli sport su sabbia che permetterebbe all’amministrazione di abbattere i costi del 50 % rispetto al poco credibile investimento fatto sul poco credibile torneo di beach volley dell’estate scorsa sono state tappe importanti per la crescita del nostro Movimento Culturale. Le nostre osservazioni, le nostre analisi, le nostre proposte su promozione turistica(a cosa serve spendere 12.000 per la solita ed inutile partecipazione BIT?), viabilità, arredo urbano, politiche sociali, lavoro, contenimento delle spese(il federalismo è arrivato signori …),innovazione sono per noi forza ed orgoglio. Il proficuo e produttivo incontro nel corso del quale – in questi giorni - alcuni tecnici da noi contattati hanno illustrato teoricamente e dimostrato praticamente il funzionamento di un innovativo Software per la gestione dei tributi locali(settore che a Diamante è storicamente oggetto di sofferenza per l’ufficio che lo gestisce e di tribolazioni per chi il cittadino che ne usufruisce) con i responsabili dei settori Contabilità e Bilancio e Tributi del Comune che ha suscitato l’entusiasmo e la disponibilità di questi ultimi ci fa pensare che siamo sulla strada giusta. Il dialogo, il costruttivo e civile confronto, i contenuti sono il fertile terreno su cui vorremmo tanto sbocciasse una grande stagione di “cambiamento” nella nostra città, nel nostro cambiamento non c’è spazio per i personalismi elettorali, non c’è spazio per le divisioni, non c’è spazio per chi semina odio, non c’è spazio per chi non avendo nulla da dire offende chi si batte per migliorare, preferiamo i nostri “fatti” alle vuote frasi di circostanza con cui si cerca di ingannare i giovani, preferiamo lavorare per la nostra bella Diamante. Meritiamo di più, meritiamo di meglio.

Movimento culturale "Per una Diamante Migliore"

Nessun commento: