La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

mercoledì 16 febbraio 2011

Olmo & friends


Avevo voglia di Olmo e ne ho scaricato un numero datato, a caso. Il numero 42 per voler esser precisi. Un numero "speciale", che celebrava in prima pagina la nascita di un nuovo portale, quel diamantesi.it chiuso  poi in seguito alle polemiche scaturite dopo l'ennesima telefonata tra chi dava libertà di espressione al cittadino ed aveva unito una comunità sparsa in un mondo intero e chi invece non sopportava che l'avversario politico avesse diritto allo spazio che chiedeva.

Era quello un Olmo in cui c'era spazio per Giovanni Amoroso e per Mariella, c'era Stella Fabiani ed  anche  i ragazzi della banda che chiedono lumi al prete. C'era l'immancabile Nina Presta , sempre vigile sulla sanità locale. C'erano le ricette e le poesie. Si celebrava la nascita della sinistra giovanile. C'erano le foto dei nostri commercianti al lavoro, tema sempre caro al Direttore, c'era il ricordo storico di Ciro Cosenza e le narrazione delle avventure della locale squadra di calcio.
C'era insomma un motivo per aspettare la fine del mese e scaricare il tanto atteso giornalino che riempiva in  pochi minuti di lettura quella lontananza quotidiana, facendoti sentire orgoglioso e parte di un Paese vivo e con una propria identità. 

Chi vive lontano da Diamante e si nutre via internet di notizie aspetta  la fine del mese affinchè la nuova copia dell'Olmo sia disponibile. 

Tuttavia da un pò a questa parte leggere l'Olmo sta diventando come leggere il sito  ufficiale del Comune di Diamante ed i vari comunicati stampa che vengono man mano pubblicati. Con un mese di ritardo, per chi ne avesse perso qualcuno. Dedicati per lo più al cittadino di Diamante che non ha internet, come ribadito da Francesco Cirillo.    

Leggere notizie non più tali dopo un mese, analizzate, criticate ed ormai vecchie non ha molto senso.  Da queste parti infatti non abbiamo bisogno di propaganda a basso costo. Riusciamo anche noi a pensare , ognuno con la propria  testa.


"Nella piazza di Diamante c'era un olmo, sede delle riunioni pubbliche e popolari...era il centro della cittadinanza, di socievole comunanza...con la sua benefica, spaziosa ombra e frescura era occasione propizia ed amichevole di concordia, fraternità, eguaglianza ed affetto cittadino" . Leopoldo Pagano, 1860




1 commento:

Anonimo ha detto...

Ma di cosa vi lamentate, è chiaro lo scopo per cui viene pubblicato dal 2002: pubblicizzare l'attività istituzionale dell'amministrazione comunale, come si legge nella delibera di giunta n° 15 consultabile, senza scomodarsi, sull'albo on-line...
solo che da giugno del 2007 lo fa come se fosse un giornale di partito, mentre prima era il giornale di tutti...