La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

lunedì 11 aprile 2011

I sindaci del Tirreno cosentino chiedono...programmazione e pianificazione.

I Sindaci del Tirreno cosentino, in prossimità dell'ormai imminente stagione turistica estiva, si sono riuniti oggi a Diamante stilando un documento in cui si invita la Regione Calabria a predisporre una adeguata programmazione a livello regionale nel settore turistico ed una conseguente pianificazione di interventi a sostegno di territori. Oltre all'aspetto meramente promozionale i Sindaci chiedono altresì che sia stilato un calendario di eventi sportivi, culturali e di spettacolo tali da costituire un traino all'offerta turistica e rendere ulteriormente appetibili i nostri territori ai potenziali visitatori.

Fin qui tutto appare giusto ed ineccepebile. 

Peccato però che da più di un anno siano alcuni vivaci e giovani cittadini diamantesi a chiedere programmazione e pianificazione a Magorno & Co. E peccato che sia lo stesso Sindaco  ad esser vittima di questo male a casa propria. O almeno, basti pensare come a Diamante siano spuntati  dal nulla l'"isola d'arte" in Piazza Municipio prima ed il "frangiflutti" allo Spuntino  poi , stravolgendo la viabilità ed il sistema dei parcheggi, o come in ultimo sia  stata  programmata la pulizia delle spiagge subito dopo Pasqua, non appena i primi turisti sono andati via. Cosi come è  programmazione aprire un ufficio turistico a fine luglio (sempre col beneficio del dubbio) o non sapere quando sarà possibile trovare un lido aperto. Esempi di programmazione degni di un paese che si autocelebra a capitale del turismo calabrese.

Quello che fa ben sperare è che alcuni suggerimenti sono stati recepiti. Adesso ci si aspettano le dieci domande a Scopelliti. Chissà che magari non risponda  ricevendo tutti con cortesia. 

4 commenti:

Anonimo ha detto...

POLEMICA,POLEMICA, SOLO POLEMICA SAPETE FARE!!!

DiamantesiNelMondo ha detto...

Non è polemica. E'espressione di bisogni e desideri basata su tangibili realtà. Voglio che il mio paese sia migliore. Voglio che i giovani decidano per loro e per i loro figli. Recepiscila come polemica, ma non è mica propaganda questa qui.

Anonimo ha detto...

Gentile anonimo, non puoi chiamare polemica la semplice rappresentazione della realtà.
Il nostro sindaco ha chiesto maggior pianificazione e programmazione anche territoriale per affrontare la prossima stagione estiva. Ma non pensi che all'11 aprile sia una richiesta un pò tardiva?
E poi non ti sembra anche un pò contraddittorio che si esca contemporaneamente con un comunicato pubblico in cui si informa la cittadinanza e gli operatori economici del paese che siamo pronti ad accogliere i turisti che sceglieranno il nostro splendido paese nella prossima estate?
Ti chiedo gentilmente di confrontarti con noi su questi aspetti, perchè ogni idea va rispettata, senza nemmeno la paura di metterci la faccia.
Ciao
Ubaldo Gambardella

Anonimo ha detto...

Qualcuno ci insegue.
Antonio Cauteruccio