La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

giovedì 14 luglio 2011

Un battesimo a Diamante. Da San Biagio a "La Guardiola".



Vivo ad Hull, una ridente città dello Yorkshire con mio marito e mio figlio Domenico (per gli amici Mimmo ma anche Mimmuccio, Mimmuzzo, Mimmarello e Mimmicello) nato in Inghilterra quattro mesi fa. Pierpaolo, mio marito, è legatissimo alla sua terra, la Calabria, ed ogni occasione è buona per tornare a casa; anche per questa ragione è proprio a Diamante che abbiamo deciso di celebrare il battesimo di Mimmo il 9 luglio scorso. In verità né io né mio marito siamo ferventi cattolici ma, dando un’impronta cristiana al piccolo, abbiamo rispettato le tradizioni familiari e abbiamo trovato il pretesto per festeggiare il nuovo arrivato nel suo Paese di origine e l’occasione di presentarlo ai parenti ed amici.
E’ tardo pomeriggio e Diamante è affascinante: è una serata calda, il sole sta tramontando, il mare è cristallino ed è possibile vederne i fondali, dall’incantevole lungomare vecchio c’è un panorama mozzafiato (peccato i lavori “in corso”al porto) e poi ancora i colori, le luci, i profumi, la gente… 
Terminata la cerimonia religiosa nella suggestiva chiesetta di San Biagio, nel centro storico del paese, dopo i saluti e gli auguri, la carovana si dirige a piedi verso il ristorante “La Guardiola” scelto da noi per l’occasione. 
I nostri ospiti sono accolti all’ingresso del ristorante con un aperitivo a sorpresa, poi condotti nella terrazza posizionata su una bellissima scogliera a picco sul mare e, mentre il sole rosso e caldo lentamente scompare nell’acqua, viene servita la cena a base di pesce: tutto inizia con diversi antipasti come nella tradizione diamantese e prosegue con paccheri conditi con sugo di cernia, spaghetti con alici, grigliata di gamberi, calamari e pesce spada, vari contorni e frutta con gelato, il tutto accompagnato da un fresco Cirò bianco.

Non può mancare l’ottimo buffet di dolci preparati in casa tra i quali spicca uno spettacolare mostacciolo calabrese (foto) preparato dalla zia di mio marito per festeggiare l’evento; infine, una deliziosa torta al caffè per il piccolo Mimmo ed una altrettanto buona alla crema per festeggiare a sorpresa il compleanno di mia sorella, completano il menu ma non la serata che continua allegramente tra un bicchiere di vino ed un amaro!
Claudio Perrone, il proprietario del ristorante, ha assecondato i nostri desideri, ci ha dato consigli preziosi per la buona riuscita della festa e ha svolto il suo lavoro con grande serietà; i camerieri sono stati professionali e sorridenti e hanno lavorato con attenzione ed energia.
Insomma, ottima cena e magnifica serata in una location incantevole.
Grazie e buon appetito a “La Guardiola”! 

Alessandra.