La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

martedì 16 agosto 2011

Conti pubblici e stipendi arretrati. Come si spendono i soldi dei cittadini?

Abbiamo letto su alcuni organi di stampa Sabato 30 Luglio che i dipendenti della società di raccolta dei rifiuti sono senza stipendio da diversi mesi, abbiamo letto che non hanno percepito il pagamento di diverse mensilità dell’anno in corso oltre ad arretrate mensilità dell’anno 2010 ed abbiamo letto che dal Sindaco non sono arrivate le risposte che i lavoratori e le loro rappresentanze sindacali attendevano. La liquidazione di una sola mensilità da parte della Società è poca cosa e l’ente non può permettere che tutto ciò accada per un servizio – pur esternalizzato - che esso stesso finanzia con i soldi dei cittadini. Sappiamo che è stato necessario ricorrere ad un’anticipazione di cassa di 1.455.000 Euro da parte della banca tesoriera per finanziare delle spese correnti a cui diversamente - presumiamo -  non si sarebbe potuto far fronte. Il nostro obiettivo non è di entrare nel merito tecnico di queste scelte ma di analizzarle dal punto di vista politico dal momento che l’Assessore competente redige gli specifici atti ma i soldi li spendono gli altri amministratori e sono dunque questi ultimi a “fare” o a “disfare” il bilancio(nonostante il lineare e scrupoloso operato del Dott. Trifilio).
Onore e merito a chi, pur senza stipendio, lavora per evitare che la dignità e l’immagine di un’intera città che vive di turismo siano offese e danneggiate agli occhi degli ignari villeggianti. Detto questo ci chiediamo come si possa permettere che dei padri di famiglia rimangano senza stipendio per mesi approvando però negli stessi giorni una Delibera di Giunta(la n. 119 del 26 Luglio 2011) in cui si decide di spendere 37.000 Euro(nel frattempo lievitati a 50.000) per un progetto di animazione ed accoglienza ai turisti che l’anno scorso costava meno della metà(16.000 Euro … già troppi per la verità) e di cui non riusciamo a cogliere la concreta utilità. Come si può permettere che chi lavora per la nostra città rimanga senza stipendio approvando negli stessi giorni una Delibera di Giunta(la n. 116 del 26 Luglio 2011) in cui alla voce “spese di rappresentanza, pubblicizzazione dell’attività dell’ente, manifestazioni, ecc. “ si pratica un variazione (in aumento) di spesa di 32.500 euro arrivando ad un totale di 72.500(nel frattempo lievitate ad 80.000)? Qualcuno potrebbe rispondere che una parte di quei fondi sono stati elargiti dalla Provincia di Cosenza. I contributi economici della Provincia non sono forse soldi della collettività? Come si fa a lasciarli senza stipendio continuando a finanziare manifestazioni che a  Diamante ed ai diamantesi non portano nulla? I 20.000 euro spesi per un “Film Festival” che non è mai decollato, gli ulteriori 10.000 Euro spesi per il “centro ambientale” del Parco Corvino, l’ex mattatoio ceduto a titolo gratuito alla Provincia perché ne faccia un’autorimessa(ebbene si …)  ed i soldi(20.000?) … spesi per l’inutile ed inutilizzato dissuasore di via S. Lucia dimostrano come l’improvvisazione e la mancanza di programmazione ricadano sempre sulle spalle e sulle tasche dei lavoratori, dei cittadini e degli operatori economici.

Movimento Culturale “Per una Diamante migliore”