La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

sabato 15 ottobre 2011

Lavori bloccati al porto. Di chi e' la responsabilita'?

I lavori al porto sono bloccati da mesi per il ritrovamento di "cocci" che al comune non degnano di attenzione, quando invece potrebbero creare attorno ai cocci stessi un museo del mare nei locali sottostanti la passeggiata, proprio li, di fronte al costruendo porto, utilizzando uno di quei magazzini dei quali ancor oggi non si capisce la futura destinazione d'uso. Anche perche', agli stessi "cocci", la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria ha dato un rilievo assai diverso, datandoli al 3 secolo a.c. e  catalogandoli come reperti di solida importanza. 

Nel frattempo,tra la Regione che promette milioni di euro per una strada sugli scogli rimasti, ascensori per salire sul lungomare e centri commerciali - mentre a Diamante serve solo un porto, ricordiamolo- e tra sorrisi e strette di mano che non mancano mai, si continua a scaricare le responsabilita' dell'uno verso l'altro (basta leggere il comunicato stampa del comune per farsene un'idea di chi e come ci governa).

Tutti colpevoli, tutti assolti. Tanto, chi ci rimette e' il solito cittadino al quale, oltre ad un futuro roseo, e' stata tolta anche la possibilita' di passare le giornate ad osservare lo stato di avanzamento dei lavori.

Oggi e' il giorno degli indignati in piazza. Ci sarebbe un gran bisogno di indignarsi anche a Diamante.