La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

lunedì 12 dicembre 2011

Lettera a Pasquale Filippelli

Il Professor Pasquale Filippelli, per chi non lo conoscesse, è un pezzo di storia calcistica adamantina. Era la voce di tutte le vittorie dell'invincibile Diamante di inizio anni '80, le sue telecronache dagli schermi di Telediamante sono rimaste nel cuore di chi quelle epiche battaglie le ha vissute ma spesso, grazie ad Alfredo e Mario Pagano, riecheggiano nelle nostre case stimolando la curiosità e la passione di chi avrebbe tanto voluto viverle.

Caro Professore,

i ricordi di chi era bambino o di chi descrive dei momenti felici ormai andati si vestono spesso della solennità del sogno. C’è un tempo passato, quasi sognato, disegnato sulle bocche dei nostri padri e cucito sui loro occhi che ne illumina le parole e ne fa traboccare di colori spensierati lo sguardo. Profumava di cedro e sudore,  di mare e marinai, di reti e paranze, di figli e speranze, di felicità e contraddizione,  gioia ed emigrazione, un tempo in cui dai problemi fiorivano però vivacità e coraggio, un tempo in cui dalle difficoltà fiorì l’intelligente sfrontatezza di chi se la giocava sempre, ovunque, correndo sui tacchetti, volando a piedi nudi. Lei, professore, è stato supremo ed ineguagliato cantore di tutto questo, le sue telecronache narravano del Diamante più forte di sempre ma anche della Diamante più forte e felice di sempre. Quella felicità aveva spesso la sua voce Professore, si nutriva degli stessi colori, della stessa cordialità, della stessa libertà intellettuale e della medesima e profonda umanità che Telediamante e Mario Pagano(rispettivamente un’idea ed una persona meravigliose e fuori dal tempo)- a distanza di trent’anni - sanno ancora magistralmente trasmettere. Vorremmo averla con noi(sentimento e desiderio condiviso dallo stesso Professore Pagano) per ricordare e celebrare a dovere quei momenti e quelle parole Professore, la sua presenza aggiungerebbe pregio e significato alla quarta edizione di “Cristian nel cuore” un incontro di calcio a scopo benefico con cui il 26 Dicembre prossimo ricorderemo il nostro Cristian Marra, giovane deceduto sul lavoro a Diamante nel Maggio del 2008 e mai dimenticato dalla nostra comunità, e che vedrà in campo tanti “ragazzi” dell’invincibile Diamante del 1982 opposti ad una selezione di amici di Cristian guidata dai due fratelli Nicola e Franco. Vorremmo darle, in quella occasione, una targa ricordo su cui scolpire per sempre la nostra sincera ammirazione nei suoi confronti. Sicuri di una sua positiva ed immediata risposta, le porgiamo distinti saluti.

L’organizzazione di “Cristian nel cuore”