La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

mercoledì 18 aprile 2012

La campagna elettorale che vorrei


Come gia' detto e ribatito, Per Una Diamante Migliore non partecipa alle elezioni ne' sostiene alcuna lista di quella che si preannuncia una campagna elettorale "monca".

Tuttavia, se sono solo due le liste a competere ed il numero dei candidati e' dimezzato rispetto a quel che si prevedeva, mi aspetto una campagna piena  di contenuti e di programmi che non siano tali solo sulla carta.

Cosi come sono consapevole di quello che vorrei ascoltare dai balconi dai rappresentanti delle due liste: risposte ad una popolazione che e' forse stanca delle solite promesse.


Mi piacerebbe che, ad ogni occasione, venissero affrontati temi importanti per chi ha deciso di restare nel proprio paese. Quei temi che abbiamo stimolato negli ultimi due anni tramite proposte solo minimamente ascoltate, che tuttavia mai hanno ricevuto risposta. 

Mi piace inoltre ricordare che la storia di "Per una Diamante migliore" inizia dalle 10 domande sul porto. 

E da una risposta a quelle domande mi piacerebbe ripartire. 

Le ripropongo sperando che, in un modo o nell'altro, qualcuno dia certezze o pretenda chiarezza, in maniera tale da giustificare un voto. Magari cosi capiremo anche quando i lavori ri-inizieranno, quando si concluderanno, quanto sono costati e quanto costeranno. 

Atrimenti, per il 6 e 7 maggio, c'e' gia qualcuno che e' pronto per la gita fuori porta. E purtroppo questo non dovrebbe esser motivo di vanto per chi si appresta a governare per altri 5 anni.

1)Perchè l'amministrazione non contribuisce a creare entusiasmo attorno alla struttura che finalmente si sta realizzando e che dovrebbe dare a Diamante la possibilità di esaltare in maniera considerevole il proprio nome?

2)Perchè non si è pensato di esporre nell'atrio del comune un plastico del progetto organizzando pubblici incontri con scuole, cittadini ed operatori economici per "avvicinarli" a questa importante infrastruttura?

3) A tal fine non pensate sarebbe opportuno avviare un tavolo di concertazione ufficiale (con incontri pubblici a scadenza fissa) presieduto dal consigliere comunale con delega al porto e dall'assessore al turismo coinvolgendo il privato che gestirà la struttura, i cittadini e gli operatori economici locali?

4) Ci sono magazzini e/o locali di proprietà del Comune nell'area del porto? E se ci sono come si pensa di utilizzarli? Ci sarà un bando cosi come è successo per il Corvino oppure si ha in mente una gestione comunale dei locali?

5) Esiste un progetto di sviluppo per l'area portuale che integri l'utilizzo dei magazzini e, per esempio, il completamento e la valorizzazione della passeggiata adiacente? Inoltre, perchè la stessa passeggiata non è mai stata completata?

6)E' possibile visionare la Valutazione di Impatto Ambientale dell'opera così da sgomberare il campo da eventuali discussioni e polemiche riguardo ad un suo, secondo alcuni, ipotetico impatto negativo sull'ecosistema marino circostante e sul paesaggio?

7)Il porto potrebbe generare molti posti di lavoro, ed i giovani che hanno deciso di fermarsi a Diamante potrebbero da questo trovare giovamento. Vi assumete l'impegno di mediare (il tavolo di concertazione/piattaforma programmatica serve anche a questo) con il privato che gestirà il porto affinchè assuma personale locale possibilmente favorendo giovani disoccupati e cassintegrati, specificando inoltre i criteri con i quali le assunzioni stesse verranno effettuate?

8)Poichè ci troviamo davanti ad un futuro che è già presente, in che modo si è pensato alla pianificazione e alla programmazione strutturata di tutto ciò che ne conseguirà? Avranno spazio le persone competenti, purchè adeguatamente formate (pensiamo a laureati in scienze del turismo, a persone che riescono a parlare almeno una lingua straniera in maniera fluente, alla gestione di un sito web dedicato al progetto porto) e se si, quale sarà il loro ruolo?

9)E' possibile, al fine di essere ancor più propositivi e costruttivi, visionare la convenzione e lo studio di mercato inerenti l'opera?

10)Poichè il porto dovrebbe essere un punto di partenza e non di arrivo per far si che nonostante le varie crisi di settore il turismo possa decollare, che cosa fa il comune per organizzare e differenziare l'offerta turistica ed a quali segmenti di mercato intende rivolgerla?

Nessun commento: