La pubblicita' aiuta Diamantesinelmondo.

venerdì 26 ottobre 2012

Per chi non c'era... "I commercianti hanno fatto cilecca".



L' incontro è andato esattamente come mi aspettavo.

I commercianti hanno portato 60 firme per la riapertura della piazza al traffico - il Sindaco parlando ha fatto finta che fossero 50. Sono iniziati i loro interventi a sostegno della questione. In cattedra c'erano il Sindaco, Casella, i consiglieri di Cambiamenti, il cosnsigliere Trifilio. Gli altri di maggioranza assenti, quelli di Cirella "non sono affari che mi riguardano"...
E' intervenuto Michele Trifilio, che non è più nella maggioranza, ma è stato interrotto da una commerciante della piazza che ha iniziato a urlargli contro, presa da un attacco incontrollabile di isteria, perchè dice che lui non sa nulla in quanto non è un frequentatore della piazza. Che lui passa di lì alle 7 (e non si capisce perchè uno si dovrebbe sveglliare prima delle "7" per essere alle "7" in piazza, a fare..cosa poi?); e che quindi è normale che non ci vede mai nessuno. Io mi sono chiesta cosa ci faccia questa signora a quell'ora in piazza, visto che la sua attività non richeide l'apertura a quell'ora, non avendo nè il bar nè l'edicola (che forse, probabilmente, apriranno a quell'ora). Il punto è che Trifilio parlava a favore di quelli che gli hanno esposto questa problematica e invece la signora a quanto pare la vuole chiusa la piazza, anche se dice che "non" ci guadagna... e vabbè! Insomma ha fatto un paio di interruzioni a sproposito, interrompendo gli altri commercianti che parlavano, senza mai prendersi la briga di chiedere la parola per esprimere la "sua" opinione. Che forse non ce l'avesse proprio un'opinione?
Antonio Cauteruccio e Cambiamenti hanno fatto delle proposte ma con poca verve, direi anche sottono o forse era colpa della signora che continuava nel frattempo a gridare all'ingresso del Comune, tant'è che sono passate in sordina. Il sindaco ha proposto che i commercianti si uniscano in un comitato o associazione, e volta per volta parlino con i capigruppi consiliari - cioè Pascale e Casella - cioè della serie " mandatemele a dire". Trifilio è intervenuto dicendo che per ora non ha senso questa trafila e ha proposto con chiarezza: "...è inutile parlare di altri argomenti. Qui c'è la maggioranza dei commercianti che chiedono di aprire la piazza le risposte sono 2: si o no? " e di ascoltare la voce della maggioranza delle persone e non soltanto quella di quei pochi altrimenti diventa tutto un favoritismo. Siccome poco prima un commerciante aveva esposto la problematica del costo del suolo pubblico per i  tavolini sul lungomare, il Sindaco ha colto la palla al balzo e anzichè rispondere alla domanda di Trifilio ha risposto a questa. Poi ha proseguito con il suo tipico monologo, talmente tipico che, avendo accennato minacciosamente la possibilità di far togliere i tavolini sul lungomare e di pavimentare l'isola pedonale fino al negozio di Vittorio Presta, al primo accenno di protesta da parte di Vittorio Presta stesso, lui lo ha subito zittito dicendo "ho chiesto prima chi doveva parlare, non l'hai fatto e adesso parlo io!" _ SSSIGGNORR SSSì_ (E poi non chiamatelo Dittatore!) ( Oh, capacità di confrontarsi con la gente pari a zero!!! C'ha proprio paura!). Quindi breve monologo e poi ha chiuso l'assemblea. Cioè come al solito non ha dato risposta. Ah, l'unica cosa che ha detto è che questa cosa della piazza finora è un ESPERIMENTO. Allora uno dei commercianti ha detto che loro stanno facendo l'esperimento da aprile, quando la piazza era chiusa per i lavori e che sanno che porta meno gente specie la mattina. Alchè, il Sindaco con uno zompo da canguro se l'è girata che non si poteva aprire la piazza estate e inverno (risposta che nun ci cuntava nulla... perchè COME SAPPIAMO TUTTI...i commercianti la vogliono aperta nei periodi morti - inverno- e benissimo può restare chiusa nei festivi e d'estate). Allorchè, corretto dalla gente ha risposto una cosa tipo: "ah ma io così avevo capito...che la volevate aperta sempre e questo nn è possibile perchè in tutti i comuni d'italia il centro storico è pedonale..." (ma non è che il cervello ha subìto danni irreversibili ?) Quindi di nuovo non ha risposto... è megli di Houdini !!! Poi ha detto che un negoziante gli ha mandato un sms (???? e che ha l'I-phone???) mostrandogli gli scontrini, per dire che ha guadagnato di più da quando è chiusa la piazza...!!!  Ma non ha detto chi, la privacy! Giustamente per UNO che ti fa vedere gli scontrini, gli altri si attaccano!
Premesso che nelle ultime dichiarazioni pubbliche, di cui non ho perso una puntata, il Sindaco ha tenuto a sottolineare, e quindi non dimentichiamoci , che lui è nipote di falegname, nipote di contadino, nipote di marinaio (tutti maschi che si autoriproducono), questo perchè tira sempre fuori un parente con un mestiere in attinenza all'argomento del giorno, come se essere discendente di una tipologia di lavoratore voglia significare "essere di mesteiere"... Questa volta ha sottolineato che è figlio di un commerciante ( e vaiiii mi chiedevo infatti se un padre ce l'avesse dopo tutti questi nonni...) e SA' - cioè...lui SA' - come vanno le cose, che a Diamante i commercianti non fanno il loro lavoro ma fanno altro (altri mestieri, beati loro), che se non guadagnano è colpa loro perchè non ci sanno fare, perchè i commercianti ospitano nelle case i pakistani e lui si è dovuto piegare a fare 8 sfratti esecutivi questa estate (e non c'entrava NULLA...figurati c'è gente che fà lavorare in nero anche diamantesi che ci lasciano le penne, almeno ai pakistani gli danno una casa, ma non divaghiamo), dicevo...questi commercianti che vendono care le cose, che non ci sanno fare, ha fatto anche una lieve allusione ai commercianti che spendono i soldi nel gioco e in altri investimenti ...insomma la colpa è dei commercianti stessi se non guadagnano e non della chiusura della piazza.
Per di più, la piazza è un esperimento...!!!! Che va avanti da aprile e non ci è dato di sapere fin quando questo esperimento durerà. Ma allo stesso tempo vuole chiudere fino all'artigianato di Presta (quindi non è un esperimento !!!). E se anche fosse un esperimento, bello giocare con i soldi dei contribuenti!!! Il piano commerciale e il piano viabilità sono in "previsone" (come tutto il resto...), ma tutto sommato lui con le ordinaze disfa e ridisfa le regole quindi che problema c'è? Perchè fare il proprio dovere e rischiare di dover andare contro gli eletti? Così è deciso, Sante Licheri docet.
Insomma tutti passano per la cruna dell'ago tranne 5, quindi sono 5 voti, che ammazza come sono reattivi!!! E vi raccomando non chiamatela campagna elettorale...nelle piazze si fanno solo i comizi!

Di Alessia - racconto preso da Facebook senza autorizzazione (tuttavia richiesta) per aggiornare nella maniera migliore chi continua, nonostante tutto, a seguire il blog.

Nessun commento: